Cosa vedere

Torre Talao

Torre Talao è il simbolo della città. Lo scoglio sul quale essa si erge, oggi legato alla terraferma, era un tempo una piccola isola le cui grotte furono abitate in epoca preistorica. Fu costruita nel XVI secolo, sotto il regno di Carlo V, a difesa dei territori dalle incursioni; costituiva, infatti, con altre 336 torri simili, un sistema di avvistamento lungo tutta la costa per difendersi dagli attacchi dei turchi. La costruzione della fortificazione fu interamente a carico della popolazione locale che contribuì economicamente o attraverso prestazione d'opera; nel corso degli anni subì diverse destinazioni d’uso e molte evoluzioni. Dal terrazzo in cima alla torre si gode di un panorama mozzafiato: si può ammirare la lunghissima spiaggia che va dalla scogliera dell'Ajnella fino all'isola di Cirella. I racconti mitologici di Omero narrano che lo scoglio di Torre Talao vide il passaggio di Enea e di Ulisse: proprio nei pressi della torre morì il compagno di Ulisse, Dragone. Dopo la sua morte, in ricordo dell’amico del re di Itaca, sorse un Oracolo, che tempo dopo predisse: “presso Dracone Lajo molto popolo sarà per perire”. Nel 389 a.C. infatti, avvenne nella piana del Lao lo scontro tra Lucani contro Laini e Thurini e durante la sanguinosa battaglia persero la vita oltre diecimila uomini.

Privacy Policy | Cookie Policy © Gerardo Iannella P.IVA IT07608750639